Swipe to the left

Olio extravergine di oliva: da alimento salutare a medicinale

Olio extravergine di oliva: da alimento salutare a medicinale
08 maggio 2019 Nessun commento

Che l’Olio extravergine di oliva faccia bene alla salute lo sappiamo tutti: un cucchiaio di extravergine al giorno è un buon rimedio per combattere la stipsi, è un unguento eccezionale per bruciature lievi ed è usato nella cosmesi di alta qualità.

Ma c’è di più, infatti da oggi è ufficialmente passato da alimento salutare a medicinale.

La Food and Drug Administration (FDA), cioè l’ente governativo che vigila sulla regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici immessi in America, ha rivisto la definizione di Olio extravergine di Oliva portandola da “alimento salutare” a “medicinale”. Per l’FDA questo alimento fa talmente bene alla salute e aiuta a contrastare una serie di malattie che deve essere considerato allo stesso pari di un medicinale, ma, come quest’ultimo, va ingerito in dosi ben precise.

-Perché l’Olio extravergine di oliva fa così bene??

La composizione dell’Olio extravergine di Oliva è molto simile a quella del latte materno e questa somiglianza sottolinea ancora una volta l’importanza di questo alimento nello svezzamento, nella nutrizione del bambino e nell’alimentazione dell’adulto.

Contiene polifenoli, beta carotene, vitamina E, sostanze che prevengono l’arteriosclerosi e rallentano l’invecchiamento cellulare, per quest’ultima preziosa caratteristica è utilizzato nella cosmetica naturale di fascia alta.

Inoltre l’assunzione quotidiana di Olio Extravergine di Oliva è utile a ridurre il rischio di cancro alla mammella grazie alle sue proprietà anti-infiammatorie e nutrigenomiche.

In vecchiaia favorisce l’assimilazione del calcio e la sua mineralizzazione.

I benefici di questo magnifico prodotto non si limitano al campo della cucina, infatti, grazie alla presenza di squalene, è un ottimo unguento lenitivo per la protezione della pelle.

-Come assumere l’Olio extravergine di Oliva

Secondo FDA è sufficiente ingerire ogni giorno 23 grammi (circa due cucchiai) di Olio extravergine di Oliva crudo e lavorato a freddo, per assumere almeno 17.5 grammi di acido oleico (un importante acido grasso monoinsaturo), 4.5 milligrammi di Vitamina E, 10 milligrammi di polifenoli.

-Come conservare correttamente l’Olio extravergine di Oliva

Al fine di poter godere di tutti i benefici sopra elencati, vanno seguite delle regole di conservazione ben precise.

1. Deve essere conservato a una temperatura compresa tra 14 e 18 gradi.

2. Deve essere custodito in piccoli contenitori (massimo 500 ml) chiusi, puliti, di vetro scuro o porcellana o acciaio inox.

3. Non deve essere a contatto con l’ossigeno, per questo non va fatto rimanere a lungo in contenitori mezzi vuoti, anche se chiusi ermeticamente.

4. Deve essere tenuto lontano da fonti luminose.


Newsletter


Bisogno d'aiuto?
Scrivici su Whatsapp

Chiedici su Whatsapp: +39 340 8792491